La scorsa estate Fabrizio Accattino (La Stampa) aveva intervistato Arianna Ortelli (CEO di NOVIS) per raccontare in maniera inedita la storia della prima console completamente accessibile a persone cieche ed ipovedenti.

In una pagina di giornale viene raccontato tutto il progetto fin dal suo inizio: dall’idea al team, dal prodotto attuale fino agli sviluppi futuri.

Se vi siete persi l’articolo completo lo trovate qui di seguito:
https://www.lastampa.it/torino/2020/11/26/news/il-sogno-di-arianna-crea-videogiochi-per-non-vedenti-1.39587263